Ortopedia 2.0: nuove frontiere chirurgiche e riabilitative

Nel futuro, i percorsi della chirurgia ortopedica e della riabilitazione saranno sempre più integrati con quelli dell’ingegneria e dell’informatica. Per questo le U.O. di Ortopedia di Humanitas Gavazzeniche si occupano di spalla, anca e ginocchio collaborano con l’Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Ingegneria,  per sviluppare modelli dissimulazione virtuale per lo studio del comportamento cinematico e dinamico di gruppi muscolari e articolazioni, sistemi motion capture, applicazioni per progettare protesi e guide per gli interventi chirurgici. Scopo: rendere i percorsi terapeutici sempre più personalizzati e funzionali e offrire terapie sempre più efficaci.

I medici ortopedici partecipano anche a uno studio sperimentale internazionale multicentrico sulle lesioni delle superfici articolari del ginocchio, che coinvolge, oltre a Bergamo, un secondo centro italiano di ortopedia e diversi centri in Europa, Usa e Israele. L’obiettivo è favorire la rigenerazione della cartilagine del ginocchio attraverso l’impianto di un dispositivo a base di aragonite, più conosciuta come corallo.


Pin It on Pinterest